09
Gennaio
2024
|
20:24
Europe/Amsterdam

Mercedes-Benz inaugura una nuova era per l'interfaccia utente con un assistente virtuale simile a un essere umano alimentato dall'IA generativa

Riepilogo

• L'assistente virtuale MBUX trasforma il rapporto tra auto e guidatore con una conversazione naturale, aprendo la strada a un'esperienza utente iper-personalizzata. 
• L'MBUX Surround Navigation coniuga perfettamente la guida del percorso e l'assistenza alla guida in tempo reale, resa viva da una potente grafica 3D, realizzata con il motore grafico Unity. 
• La costante espansione del portafoglio di app di terze parti offre ai clienti una scelta ancora più ampia di intrattenimento, produttività e altro ancora. 
 

Al CES 2024, Mercedes-Benz presenterà una serie di sviluppi che definiscono la sua visione dell'esperienza utente iper-personalizzata del futuro - in auto e non solo. In primo piano c'è il nuovo assistente virtuale integrato MBUX. Utilizza un software avanzato e un'intelligenza artificiale generativa per creare un rapporto ancora più naturale e intuitivo con l'auto, con un supporto proattivo che semplifica la vita. Questo sviluppo rivoluzionario porta l'assistente vocale ‘Hey Mercedes’ in una dimensione visiva completamente nuova, realizzata con la grafica ad alta risoluzione del motore grafico Unity. Il sistema operativo Mercedes-Benz (MB.OS), sviluppato internamente, verrà introdotto a partire dai veicoli della prossima piattaforma MMA (Mercedes-Benz Modular Architecture). Il Concept Classe CLA, che sarà presentato in anteprima in Nord America al CES 2024, è basato su questa piattaforma e offre un'anteprima di MB.OS. 

"Grazie ai progressi dell'intelligenza artificiale, la Mercedes-Benz di domani conoscerà il suo guidatore come mai prima d'ora. Migliorerà e completerà la vita dei nostri clienti, sia nelle loro auto che in altri ambiti. Abbiamo già compiuto notevoli progressi in questo percorso. Le ultime prove presentate al CES offrono un'emozionante anticipazione di ciò che ci aspetta". 
Markus Schäfer, Membro del Consiglio di Amministrazione di Mercedes-Benz Group AG, Chief Technology Officer 

L'assistente virtuale MBUX semplifica la vita con un'interazione naturale e un'intelligenza proattiva 
L'assistente virtuale MBUX, che si basa su MB.OS, è l'interfaccia più simile a quella umana di una Mercedes-Benz. Combinando i sistemi intelligenti dell'MBUX in un'unica entità, presenta un nuovo volto al cliente con un'interazione naturale ed empatica. L'assistente virtuale MBUX è un ulteriore sviluppo del sistema presentato per la prima volta nel VISION EQXX. Utilizza l'intelligenza artificiale generativa e l'intelligenza proattiva per rendere la vita più facile, conveniente e confortevole possibile. Ad esempio, può offrire suggerimenti utili basati sul comportamento appreso e sul contesto della situazione. Ad esempio, può riprodurre le ultime notizie del mattino o avviare un programma di massaggio preferito alla fine della giornata lavorativa. E se il guidatore è in ritardo per un meeting in entrata sul calendario, il sistema può offrire la possibilità di comporre il numero di telefono direttamente dall'auto. Se lo desidera, questi processi possono anche essere automatizzati. L'esperienza può essere ulteriormente aumentata incorporando l'illuminazione ambientale e il sistema audio del veicolo. Ad esempio, una luce calda e una musica soft possono accompagnare un massaggio rilassante. 

"L'esperienza utente Mercedes-Benz di domani sarà iper-personalizzata. Grazie all'intelligenza artificiale generativa, il nostro Assistente Virtuale MBUX porta maggiore fiducia ed empatia nel rapporto tra auto e guidatore. Grazie alla nostra architettura chip-to-cloud MB.OS, i nostri futuri veicoli forniranno ai clienti esattamente ciò di cui hanno bisogno quando ne hanno bisogno." 
Magnus Östberg, Chief Software Officer, Mercedes-Benz AG 

Quattro caratteristiche assicurano che l'assistente sia sempre in sintonia con le esigenze e le preferenze dei clienti 
Alla base dell'assistente virtuale MBUX ci sono quattro ‘tratti di personalità’ - Naturale, Predittivo, Personale ed Empatico - che si fondono per creare un insieme completo. Il principio di base è sempre naturale e offre un'interazione senza soluzione di continuità che sfrutta il meglio delle interfacce vocali e grafiche. Il cliente può scegliere di parlare con l'assistente con o senza la parola chiave "Hey Mercedes". Il parlato si avvale di modelli linguistici di grandi dimensioni (LLM) per un dialogo naturale in risposta a domande e comandi. L'effetto è più simile a una conversazione con un amico. L'assistente risponde a domande basate su conoscenze generali e può anche porre domande intelligenti per chiarire le intenzioni e trarre conclusioni. Essendo predittivo, l'assistente può anche offrire suggerimenti e routine proattive basate sul contesto della situazione, sul comportamento appreso e sull'uso dell'intelligenza artificiale generativa. Allo stesso tempo, una voce neurale più emotiva, in grado di esprimere diversi stili di conversazione, genera un senso di empatia. E per garantire che sia sempre un assistente molto personale, il conducente può adattarlo alle proprie preferenze specifiche attraverso una serie di opzioni in un hub centrale. 

Comunicazione visiva resa più intuitiva ed emozionale grazie alla potente grafica 3D 
L'approccio olistico abbina un dialogo più naturale a un feedback visivo attraverso una grafica 3D avanzata realizzata con il motore grafico Unity. Nel nuovo assistente virtuale MBUX, un avatar stellare ‘vivente’ utilizza animazioni per esprimere diversi stati d'animo. Le emozioni vanno dalla calma all'eccitazione, fino alla sensibilità. Altre animazioni indicano se l'assistente sta parlando, ascoltando, pensando, dando un suggerimento o fornendo un avvertimento. Il movimento, la luminosità, l'intensità e il colore interagiscono perfettamente per comunicare in modo intuitivo con il conducente. 

La navigazione surround MBUX coniuga l'assistenza con la guida del percorso per un'esperienza senza soluzione di continuità 
Anche la comunicazione visiva integrata entra in una nuova dimensione con il sistema MBUX Surround Navigation. Facilitata dall'integrazione del dominio MB.OS, questa funzione avanzata abbina una visione reale dell'ambiente circostante l'auto con le sue reazioni in tempo reale. Il conducente beneficia di una consapevolezza della situazione notevolmente migliorata, potendo "vedere ciò che vede l'auto". La perfetta integrazione delle informazioni nel display del conducente, grazie alla grafica 3D realizzata con il motore di gioco Unity, offre una panoramica estremamente intuitiva. Offre tutto ciò che il conducente deve sapere in un solo colpo d'occhio. Ad esempio, mostra il tipo di traffico, sia che si tratti di un'altra auto, di un van, un camion o persino un ciclista. Mostra i pedoni vicini al ciglio della strada e i potenziali pericoli. Inoltre, sovrappone le indicazioni di percorso a una rappresentazione realistica dell'ambiente circostante, particolarmente utile negli ambienti urbani più trafficati. Il cliente può vedere chiaramente dove sarà la sua prossima svolta. Gli edifici e le altre infrastrutture sono facilmente e rapidamente riconoscibili. Il sistema fornisce anche una supervisione integrata dello stato dell'auto, attraverso la visualizzazione in tempo reale della realtà virtuale. Ciò include il lampeggiamento degli indicatori di direzione, l'accensione/abbassamento dei fari e persino l'accelerazione o la decelerazione rappresentate dalle ruote che girano.