10
Settembre
2019
|
10:10
Europe/Amsterdam

Mercedes-Benz VISION EQS: la bellezza della mobilità sostenibile

Riepilogo

VISION EQS è una pietra miliare lungo la via del futuro di Mercedes-Benz. All'IAA (Salone dell'automobile di Francoforte, dal 12 settembre al 22 settembre 2019) Mercedes-Benz illustra le sfide del futuro: la sostenibilità diventa un elemento centrale della filosofia del marchio e un aspetto essenziale della strategia aziendale. La showcar soddisfa già oggi questi requisiti e offre un'anticipazione delle future grandi berline elettriche di fascia alta, creando una visione del design orientato all'elettrico. Con VISION EQS, Mercedes-Benz si dichiara esplicitamente a favore della sopravvivenza delle auto d'alta gamma guidate dall'uomo. Perfezione artigianale, design emozionale, materiali pregiati e piacere di guida individuale resteranno molto ambiti anche in futuro; perché l'idea del lusso, oggi come in futuro, è anche e soprattutto sinonimo di libertà personale. 

Senza soluzioni di continuità, digitale ed elettrico: il design

Con le sue innovative, proporzioni allungate “one bow”, VISION EQS porta in una nuova dimensione la filosofia di design “Progressive Luxury” delle vetture EQ di Mercedes-Benz. Il fluido e allo stesso tempo energico design scultoreo degli esterni conferisce alla showcar un aspetto maestoso, caratterizzato dalla perfetta armonia fra ampio spazio ed estetica aerodinamica.

L'espressivo listello luminoso perimetrale (“Lightbelt”) struttura gli esterni in modo totalmente nuovo. La conseguente separazione dei colori all'altezza della spalla crea l'impressione di una sfera di vetro “Black Panel” sospesa sul corpo argentato della vettura, una superficie senza soluzioni di continuità che va dall'incisiva maschera anteriore EQ fino alla coda.

Con questo design innovativo VISION EQS ha un impatto sensualmente elegante e allo stesso tempo carico di tensione.

Gioielli tecnologici, precisione nei dettagli

Tecnologicamente all'avanguardia, i fari DIGITAL LIGHT integrati nel listello luminoso esterno perimetrale a 360°, ciascuno con due moduli a lenti olografiche, non soltanto conferiscono alla vettura l'aspetto imponente tipico di Mercedes, ma consentono anche un numero pressoché illimitato di rappresentazioni, anticipando i futuri scenari luminosi di Mercedes-Benz.

Anche il logo del marchio è chiamato ad assolvere a nuove funzioni: 229 stelle singole luminose formano la fascia delle luci posteriori, integrata senza giunture, e fanno brillare la Stella del marchio con modalità finora inedite.

Ma con VISION EQS l'interazione fra vettura e ambiente non si limita alle sole luci. La mascherina del radiatore digitale, realizzata per la prima volta al mondo con una matrice luminosa formata da 188 LED singoli, offre un nuovo livello di precisione segnaletica. Quando il Black Panel si anima, le stelle e i pixel apparentemente privi di peso generano un affascinante effetto di profondità tridimensionale.

La spaziosa atmosfera degli interni

Gli interni di VISION EQS traggono ispirazione dal mondo degli yacht di lusso. Un linguaggio formale chiaro e fluente permette di raggiungere una nuova serenità e, allo stesso tempo, la visione di una moderna interpretazione del lusso del futuro.

Per la prima volta l'intera plancia portastrumenti si fonde con il corpo dell'elemento decorativo anteriore creando negli interni una vera e propria scultura. Con la sua architettura aperta e profonda, la plancia di VISION EQS circonda gli occupanti come il ponte di un'imbarcazione. L'avvolgente scultura globale continua, che ingloba plancia portastrumenti, consolle centrale e braccioli, si libra nello spazioso abitacolo offrendo per la prima volta un'anticipazione dell'abitacolo delle future berline di fascia alta del marchio.

Un'atmosfera particolare è assicurata anche dai materiali scelti per gli interni della showcar; con coerenza Mercedes-Benz ha ulteriormente perfezionato l'impiego di materiali sostenibili e utilizza sia materiali tradizionali che tecnologicamente all'avanguardia. Oltre al legno autoctono di sicomoro, viene impiegata una pregiata microfibra DINAMICA color bianco cristallo ottenuta dal riciclaggio di bottiglie di PET, cui si aggiunge una pelle artificiale dalla raffinata superficie tecnica equivalente a una pelle nappa. Da un progetto speciale deriva il materiale del rivestimento del tetto: un tessuto di primissima qualità realizzato incorporando percentuali di rifiuti di plastica “ocean waste” riciclati, che porta l'impiego di materiali sostenibili a un nuovo livello.

Interazione intuitiva: l'Advanced MBUX

VISION EQS presenta gli ampi interni scultorei come palcoscenico del futuro: coinvolgenti contenuti digitali appaiono sulla sua intera superficie, creando un'atmosfera globale in cui la fusione tra materiali e informazioni prefigura la possibile interazione intuitiva del futuro.

La superficie di visualizzazione è formata da display e superfici di proiezione che si sviluppano organicamente, ma anche dall'intelligente CONNECTED LIGHT che avvolge fisicamente gli occupanti. Elementi di spicco piacevoli al tatto, quali le bocchette di ventilazione integrate come intarsi nella fascia degli elementi decorativi, le coperture degli altoparlanti dalla raffinata tonalità oro rosé, o ancora la boccetta di profumo incastonata in una modanatura come se fosse un gioiello, completano gli interni d'avanguardia di VISION EQS testimoniando una fattura artigianale ai massimi livelli.

Con Mercedes-Benz EQ Performance in un futuro completamente elettrico.

Con i suoi motori elettrici su entrambi gli assi anteriore e posteriore e una batteria integrata nel pianale della vettura, VISION EQS incarna un concept di autovettura ottimamente bilanciato. Presupposti di un'elevata dinamica e sicurezza di marcia sono la trazione integrale elettrica con ripartizione della coppia variabile sugli assi e la batteria installata in profondità nel pianale tra i due assi. Grazie agli oltre 350 kW di potenza e alla coppia di ca. 760 newton metro, disponibile immediatamente, VISION EQS accelera da 0 a 100 km/h in meno di 4,5 secondi.

Ma non solo la dinamica di marcia è notevole; anche l'elevata efficienza energetica stabilisce uno standard di riferimento. Grazie alla gestione previdente dell'utilizzo dell'energia la showcar può così contare sulla confortevole autonomia massima di 700 km secondo lo standard WLTP. Assumendo una potenza di ricarica di 350 kW, la showcar ricarica la batteria fino all'80% in meno di 20 minuti.

Con il concentrato di tecnologia VISION EQS, Mercedes-Benz punta a una piattaforma per la trazione elettrica a batteria totalmente nuova e completamente variabile; sotto molti aspetti modulabile, è infatti applicabile a qualsiasi modello: passo, carreggiata e ogni altro componente di sistema, in particolare le batterie, sono variabili grazie al sistema modulare e pertanto adatti ai più svariati concept di autovettura. In questo senso Mercedes-Benz beneficia, oltre che della competenza interna in materia di sviluppo e produzione, anche della strategia modulare del gruppo in materia di sistemi di propulsione alternativi, trasversale alle diverse serie di modelli, e dell'accesso diretto a componenti chiave per la mobilità elettrica. L'efficientissima batteria agli ioni di litio proviene ad esempio dalla consociata Daimler ACCUMOTIVE.

Analogamente ai moderni modelli di serie firmati Mercedes-Benz, la struttura della vettura è composta da un mix intelligente di materiali quali acciaio, alluminio e carbonio, e altri materiali sostenibili provenienti dai processi di riciclaggio. Vengono così soddisfatti in modo ottimale i requisiti in materia di costruzione leggera, stabilità, efficienza dei costi e sostenibilità.

VISION EQS fa inoltre capire esplicitamente che la Casa intende continuare a offrire auto che pongano il guidatore al centro. A tal fine la showcar dimostra tutta l'ampiezza della piattaforma con la sua chiara focalizzazione sul conducente. Anche in futuro Mercedes-Benz sarà in grado di soddisfare le esigenze di mobilità individuale e piacere di guida. Allo stesso tempo la showcar VISION EQS supporta il conducente con la guida semi-autonoma di livello 3, per esempio nei lunghi viaggi in autostrada. Grazie alla modularità della sensoristica, in avvenire il livello di autonomia potrà essere esteso fino alla guida completamente autonoma.