11
Luglio
2022
|
13:18
Europe/Amsterdam

2022: un anno di importanti anniversari della Stella

download
Intervista Eugenio Blasetti
Riepilogo

Nel 2022 Mercedes-Benz festeggia tre importanti anniversari, di altrettanti iconici modelli. Dalla SL, che proprio quest’anno festeggia i suoi primi 70 anni, alla Classe S, presentata ufficialmente nel settembre del 1972, con il nome che ancora oggi identifica l’ammiraglia di Casa Mercedes. Un modello che in 50 anni di storia è sempre stata il punto di riferimento nell’innovazione dell’industria automobilistica. Sono invece 40 le candeline che festeggiano quest’anno la Mercedes-Benz 190, che nel dicembre del 1982 aprì un capitolo completamente nuovo della storia della Casa di Stoccarda. La serie W 201, all’epoca identificata come classe compatta, ampliò infatti la gamma di prodotti affiancando una quarta famiglia di modelli alle berline di lusso di Classe S, ai modelli della classe media superiore (la successiva Classe E) ed alle sportive SL.

70 anni di Mercedes-Benz SL (W 194) 

Il 12 marzo 1952, Mercedes-Benz presentò sull'autostrada A 81, nei pressi di Stoccarda, una spettacolare auto sportiva da competizione: la 300 SL. A partire dal 1954, l'auto da competizione di successo fu trasformata in un'auto supersportiva di serie. In questo modo si pose la prima pietra della tradizione delle auto sportive Mercedes-Benz SL che dura tuttora. La 300 SL (W 194) segna anche il ritorno della Stella alle competizioni sportive, le risorse limitate inizialmente sconsigliavano lo sviluppo di un'auto da corsa per la Formula Uno nel 1952, perché erano già stati annunciati nuovi regolamenti per la stagione 1954. Gli assi, la trasmissione e il motore della nuova vettura da corsa furono sviluppati a partire da componenti provenienti dalla Mercedes-Benz 300 (W 186). Una novità assoluta è rappresentata da un telaio tubolare estremamente leggero, ma molto rigido dal punto di vista torsionale, racchiuso da una carrozzeria aerodinamica in lega leggera. Grazie al telaio tubolare rialzato intorno alle portiere, l'auto da corsa era dotata delle caratteristiche porte ad ali di gabbiano incernierate sul tetto. Nel 1952, la 300 SL ebbe successo fin dal suo debutto: tra le sue principali vittorie in gara vi furono la doppietta al Gran Premio di Berna (Svizzera), le spettacolari doppiette alla 24 Ore di Le Mans (Francia) e alla Carrera Panamericana in Messico, nonché le prime quattro posizioni nel Gran Premio del Giubileo del Nürburgring. 

50 anni di Classe S (W 116) 

Nel settembre del 1972, Mercedes-Benz presenta al pubblico una generazione di veicoli della classe di lusso completamente nuova. Chiamata ufficialmente "Classe S" per la prima volta, la serie di modelli 116 si inserisce perfettamente nella lunga tradizione del marchio di berline di lusso della classe superiore. La serie 116 esprime ora anche nel nome ciò che Mercedes-Benz sta offrendo già da decenni: le berline di categoria superiore che recano la “S” nella denominazione vengono ora classificate ufficialmente nella serie “Classe S”. La nuova denominazione porta con sé un ricco pacchetto di innovazioni. Il sistema di sicurezza globale comprende ad esempio il serbatoio del carburante protetto dalle collisioni, il volante di sicurezza a quattro razze, i finestrini laterali protetti dallo sporco, i grandi fari, gli indicatori di direzione ben visibili e le luci posteriori con nervature a prova di sporco. Con la 300 SD del 1977 si inaugura il periodo dei diesel nella categoria d'alta gamma, anche se inizialmente limitati al mercato nordamericano. Questo diesel esclusivo è al tempo stesso il primo modello di serie dotato di motore turbodiesel. Dal 1978 Classe S è la prima vettura di serie al mondo ad essere dotata del sistema antibloccaggio ABS che garantisce la manovrabilità anche in caso di frenata a fondo. Dopo aver suscitato un forte interesse in tutto il mondo al suo debutto, oggi l'ABS è diventano uno standard nelle auto. 


40 anni di “Baby Benz” (W 201) 

L'8 dicembre 1982 vengono presentate per la prima volta al pubblico e alla stampa specializzata le berline compatte Mercedes-Benz 190 e 190 E. La "Baby Benz", come fu subito affettuosamente chiamata la W 201, completò con successo la gamma di autovetture verso il basso, dando così vita all'odierno segmento della Classe C. Il debutto della classe compatta: la serie W 201 (dal 1982 al 1993). Fin dal lancio nel novembre 1982, la Mercedes-Benz 190 colpisce per il design fresco e agile, la forma a cuneo netta e i profili eleganti. Per quanto riguarda gli interni, la berlina è definita “classe compatta”. “Baby-Benz”: questo è il soprannome che i clienti negli USA inizialmente danno al veicolo. Il riferimento per lo sviluppo arriva dalle linee di autovetture Mercedes-Benz della classe media superiore, della classe superiore e del segmento di lusso, con i loro punti di forza. In confronto, però, la serie W 201 è più compatta, più leggera e vanta un minore consumo di carburante. Tra le caratteristiche tecniche troviamo il telaio sviluppato appositamente, con sospensioni posteriori multilink. Questo design compensa ampiamente le forze laterali e longitudinali in tutte le condizioni di guida.