download
22
Ottobre
2018
|
12:08
Europe/Amsterdam

Dalla HyPer A-Class alla Classe A: quando la storia disegna il futuro

Riepilogo

Dal 25 al 28 ottobre, Mercedes-Benz si conferma protagonista di Auto e Moto d’Epoca, tradizionale appuntamento che ogni anno porta a Padova migliaia di appassionati da tutta Europa. Un’occasione unica per intraprendere un viaggio che dal passato punta dritto al futuro della Stella, partendo da concept car che hanno segnato il mondo dell’automobile. Protagonista a Padova di questo emozionante percorso, la HyPer A-Class sottolinea, già nel 1999, l’impegno della Stella nella ricerca e lo sviluppo di propulsioni ibride. L’ innovativo concept, basato sulla prima generazione di Classe A, è infatti equipaggiato con un motore diesel da 1,7 litri con 90 cavalli (66 kW) all’avantreno e un’unità elettrica da 35 CV (26 kW) sull’asse posteriore. Un’auto ibrida, con trazione integrale, una soluzione che oggi, in casa Mercedes, si definisce EQ Boost e caratterizza le motorizzazioni mild hybrid della Stella. Allora come oggi, la parola d’ordine è innovazione, in tutti campi, come ricorda anche l’affascinate concept C111-II, equipaggiato con il primo motore turbo diesel nella storia dell’automobile.

Il presente e il futuro di Mercedes-Benz continuano a parlare coerentemente con il passato, affidando ad affascinanti concept car il compito di anticipare soluzioni adottate diversi anni dopo dalla produzione di serie. In occasione del Salone di Padova, con la HyPer A-Class, alla fine degli anni ’90, Mercedes-Benz offre una chiara visione di una strategia che oggi si realizza attraverso quattro strade: perfezionamento dei motori tradizionali, diesel e benzina, con l’apporto della tecnologia mild hybrid (EQ Boost), elettrificazione dei modelli grazie motorizzazioni plug-in hybrid (EQ Power) e, infine, soluzioni 100% elettriche con la gamma EQ. Un contesto in cui convivono anche servizi di mobilità intelligente come car2go e mytaxi.

La HyPer A-Class sottolinea, già dal 1999, l’impegno della Stella nella ricerca e lo sviluppo di propulsioni ibridi. L’ innovativo concept, basato sulla prima generazione di Classe A, è equipaggiato con un motore diesel da 1,7 litri con 90 cavalli (66 kW) all’avantreno e un’unità elettrica da 35 CV (26 kW) sull’asse posteriore. Un’auto ibrida, con trazione integrale, che grazie al boost fornito dal motore elettrico è in grado di accelerare da 0 a 100 km / h in soli otto secondi, rispetto ai 13 secondi della A 170 CDI da cui è derivata. Anche i consumi sono positivamente influenzati dall’unità elettrica, con 4,9 litri per 100 km, nettamente inferiori rispetto al modello di produzione con motore diesel.

La passione per l’innovazione prosegue oggi con la nuova Classe A, esposta a Padova come ideale ambasciatrice di questo concetto. Ancora una volta rivoluzionaria, ha stabilito nuovi standard nel segmento grazie all’intelligenza artificiale firmata MBUX, dispositivi di guida assistita ereditati dalle ammiraglie della gamma e un pianale estremamente versatile, pronto ad ospitare diversi tipi di alimentazione.

Tra le altre Stelle sotto i riflettori del Salone di Padova la 300 SL, sia in versione Coupé che Roadster, la Classe G in versione cabrio a passo corto, il concept C111-II, e la nuova Classe C Coupé, con l’ultima generazione di motori a diesel della Stella. Spazio anche per le Stelle high performance, con le Mercedes-AMG GT R e GT C Roadster, varianti più performanti della famiglia AMG GT, e la Classe G, regina dell’off-road.